Zuihitsu

Come fai a raccogliere le fila di una vecchia vita? Distillati di felicità

come fai a raccogliere fila vita elisa borgato leggimee

Come fai a raccogliere le fila di una vecchia vita? Proprio come una voce fuori campo, ultimamente questa frase mi risuona nella testa incessante.

Non so se vi sia mai capitato di guardare alla vostra vita e alle azioni quotidiane come allo svolgimento di un film. Con un protagonista, che per la verità siete voi, o almeno lo si spera, e una serie di personaggi principali, comparse e scene.

Dialoghi che vengono fatti e rifatti nella testa e soprattutto lei, la voce fuori campo, una sorta di coscienza cinematografica.

La mia voce fuori campo è assai ciarliera, molto più di quanto io quotidianamente non sia. Molto più di quanto io non scriva.

Lei è piuttosto seccante, però mi fa riflettere.

Questi mesi, per non dire quest’ultimo anno, sono stati straordinari. Tra alti e bassi, beninteso, come per tutti, come per voi. Sono successe però così tante cose che non ho ancora metabolizzato. Sono tutte lì, pronte ad essere sondate. Eppure per il momento non riesco.

Non riesco a mettermi davanti all’evidenza che queste bellissime cose sono effettivamente accadute. Che io le vissute davvero.

Solitamente questo accade quando le cose sono tristi o troppo dolorose. Sono una vera specialista in materia. In questo caso, però, non si tratta di nulla di tutto ciò. Sono cose oltremodo felici. Sono così felici che non riesco ad affezionarmici troppo, con il timore che un po’ se ne vadano.

E allora le accarezzo un po’ da lontano. E lascio le redini di tutto a quella voce fuori campo.

Come fai a raccogliere le fila di una vecchia vita?

Lei continua a suggerirmi questa frase. Forse per il mio amore sconsiderato per la trilogia del Signore degli Anelli. Forse perché un po’ di anelli in fondo si tratta. Questa coscienza cinematografica mi conosce piuttosto bene.

Solo che, come Frodo, anch’io ho fatto una scelta, e anch’io sono a bordo di una nave. Una nave magnifica che sono sicura sia destinata verso luoghi meravigliosi (spero non gli stessi di Frodo, ecco).

Dunque, che fare?

Mi rendo conto che a “raccogliere le fila” non sono attualmente in grado. Come se le cose che sono accadute facessero parte di un meraviglioso sogno.

E vorrei ben dire. Quanta fatica si fa ad essere felici? Forse, in fondo, la felicità non è altro che una scelta.


Restiamo in contatto!

Segui @leggimee sui social!


Leggi qui i nostri racconti


Taggato ,

Informazioni su Elisa Borgato

Web Editor specializzata in Viaggi & Turismo. Scrivo da sempre. Amo la natura, viaggiare in solitaria, la spontaneità e gli imprevisti (anche se quest'ultimi non sempre o, almeno, non subito!). Sono laureata in Lingue e Culture dell'Asia Orientale... Sì, ho studiato il giapponese, e dal 2021 ho deciso di trasformare questa mia passione per l'Asia in un blog, LeggiMee. Qui scrivo del Giappone che mi più mi appassiona, ma racconto anche storie brevi e mi lascio andare all'improvvisazione!
Vedi tutti gli articoli di Elisa Borgato →

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.