Perché 4 e 9 sono numeri sfortunati?

Per parlare di superstizioni (meishin, 迷信 ) servirebbe ben di più di un semplice articolo. Ecco perché, in questo spazio, ci concentreremo solamente sui numeri 4 e 9, i numeri che in Giappone sono considerati i più sfortunati.


La lettura in giapponese dei numeri 4 e 9

Per capire perché proprio 4 e 9 siano considerati numeri sfortunati nella Terra del Sol Levante, sarà necessario partire proprio dalla tabella sottostante dove, per semplificare, abbiamo indicato le 2 letture più comuni dei 2 ideogrammi (o kanji).

NumeroKanjiLettura 1Lettura 2
4YonShi
9KyuuKu

La seconda lettura di 4, Shi, ha un’assonanza con un altro ideogramma, 死, che significa “morte”.

9, invece, nella sua seconda lettura, Ku, la cui pronuncia ricorda invece 苦, ovvero “sofferenza”, “dolore”.

Nonostante si tenda ad evitare questa seconda lettura, essa è presente in numerosi composti.

Ad esempio:

  • shigatsu (四月) e kugatsu (九月), rispettivamente “aprile” e “settembre”;
  • Shikoku (四国), la quarta delle isole giapponesi per estensione;
  • shiki (四季), ovvero le 4 stagioni;
  • shihou (四方), ovvero i 4 punti cardinali;
  • shii (四囲), ovvero circonferenza.

I numeri sfortunati nella vita di tutti i giorni in Giappone

Il numero 9

Se si sta via via dimenticando la sfortuna provocata dal numero 9, anche se pagare un bene o un servizio 9,99 ¥ non è cosa troppo comune.

Anche regalare pettini non è usanza, in quanto 櫛, “pettine”, si pronuncia kushi, e dunque contiene la sillaba ku di sofferenza.

Diversamente, invece, per il famigerato numero 4.

Il numero 4

Molto spesso in Giappone non si troveranno:

  • il piano 4 di un palazzo;
  • il tavolo n. 4 al ristorante;
  • la fila 4 in aereo;
  • la stanza 4 in albergo oppure in ospedale. Nel reparto maternità, è sicuramente evitata la stanza #43 perché shizan potrebbe essere scritto 死産 e significare “un bimbo nato/morto”.

In Giappone, anche nell’ambiente delle auto e delle corse vengono evitati i numeri sfortunati.

  • 42: verrebbe letto shini, 死に, letteralmente “fino alla morte” (questo numero viene evitato anche in alberghi e ospedali).
  • 49: verrebbe letto shinu, 死苦, letteralmente “una morte dolorosa”.

Inoltre, quando vengono comprati o regalati dei set (ad esempio di piatti), non si trovano quasi mai combinazioni di 4, ma di 3 o 5.

Aziende del calibro di Fuji e Canon, ad esempio, nell’immettere nuove serie di prodotti nel mercato hanno saltato direttamente il numero #4, o #14. Come se Apple decidesse di passare in futuro da iPhone #12 a iPhone #14 (o #15, chi lo sa a questo punto!!).


Curiosità: l’apice del rito nuziale shintoista è il san-san-kudo (三々九度), il momento in cui gli sposi bevono per 3 volte 3 tazze di sake. Il momento è ritenuto particolarmente fortunato perché si replica per 3 volte il numero 3. Ma il risultato di 3 per 3 non è forse 9?


Sempre in tema di numeri, ma questa volta con un po’ di allegria, ci salutiamo con un kotowaza, un proverbio:

鶴は千年、亀は万年 (tsuru wa sennen, kame wa mannen) dal significato:
Le gru vivono 1000 anni, le tartarughe 10’000.


Per approfondimenti sui numeri fortunati e sfortunati in Giappone:


Fonti:


Immagini:

  • Ordine dei tratti di 4 e 9: FanNihongo, via Wikimedia Commons, CC BY 3.0.

Elisa Borgato

Lavoro come Web Editor specializzata in Viaggi & Turismo, ma qui sono semplicemente la 'Cantastorie del Giappone'. Scrivo da sempre. Amo la natura, viaggiare in solitaria, la spontaneità e gli imprevisti (anche se quest'ultimi non sempre o, almeno, non subito!). Sono laureata in Lingue e Culture dell'Asia Orientale... Sì, ho studiato il giapponese, e dal 2021 ho deciso di trasformare questa mia passione per l'Asia in un blog, LeggiMee. Qui scrivo del Giappone che mi più mi appassiona, ma racconto anche storie brevi e mi lascio andare all'improvvisazione!

Lascia un commento